26/07 - 31/07/2016

Luoghi

Santuario della Divina Misericordia

Santuario della Divina Misericordia

Nella seconda metà del XIX secolo, fu fondato a Cracovia il monastero della Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia, dove visse e morì Santa Faustina Kowalska. Questa umile suora ricevette la grazia di vivere in grande intimità con Gesù Cristo. Descrisse le sue visioni mistiche nelle pagine del suo "Diario", che oggi è il libro polacco più tradotto. Nel monastero di Łagiewniki la futura santa trascorse il periodo di postulato e noviziato; qui professò i primi voti e quelli perpetui. Dal 1936 fino alla sua morte vi risiedette in modo permanente, svolgendo mansioni di giardiniera e portinaia. Morì il 5 ottobre 1938 e fu sepolta nel cimitero del monastero. La mistica fu proclamata beata nel 1993, e la sua canonizzazione avvenne nel 2000, insieme all’istituzione della Festa della Divina Misericordia per opera di Giovanni Paolo II, che da giovane era solito sostare in preghiera nella cappella del monastero quando andava a lavorare nella vicina fabbrica chimica Solvay.

La cappella del monastero, dedicata nel 1891 a San Giuseppe, è il cuore del culto della Divina Misericordia. Qui, nel 1943, il confessore di Suor Faustina, originario di Cracovia, consacrò la prima immagine di Gesù Misericordioso, offerta votiva del pittore Adolf Hyła, inaugurando le messe solenni in onore della Divina Misericordia. Nella prima domenica dopo Pasqua del 1944, fu consacrata la seconda immagine di Gesù Misericordioso. Questa divenne presto famosa per i miracoli avvenuti, testimoniati da numerosi ex voto disposti dietro vetrine intorno alla cappella. Le sue copie e riproduzioni sono diffuse in tutto il mondo, secondo la volontà di Gesù resa nota a Suor Faustina con queste parole: “Desidero che questa immagine venga venerata prima nella vostra cappella, e poi nel mondo intero”.

Dal momento della beatificazione di Suor Faustina (1993), i suoi resti riposano in una bara di marmo presso l'altare laterale, sotto l'immagine miracolosa "Gesù, confido in Te". La balaustra dell’altare avvolge l’inginocchiatoio che ospita una piccola reliquia, aiuto ai pellegrini nel culto della Santa. 

La parte più recente del Santuario della Divina Misericordia è costituita da edifici eretti negli ultimi anni. L’autore del progetto principale è l'architetto di Cracovia Witold Cęckiewicz. La basilica fu costruita nel 1999-2002. Si tratta di una struttura ellittica a due livelli, che ha le sembianze di una nave. Può ospitare cinquemila persone. Il progetto della chiesa si ispira ai raggi che escono dal cuore di Gesù Misericordioso, la cui immagine è stata posta al centro del presbiterio. Al di sotto vi sono un tabernacolo d'oro a forma di globo e una scultura che rappresenta un cespuglio strappato dal vento. Fu Papa Giovanni Paolo II a consacrare la Basilica il 17 agosto 2002, durante il suo ultimo pellegrinaggio in Polonia. In quell’occasione il Santo Padre affidò il mondo alla Divina Misericordia. Dal 6 marzo 2003 la chiesa ha il titolo di basilica minore. Nel 2006, durante il pellegrinaggio in Polonia di Papa Benedetto XVI, fu inaugurata una statua di Giovanni Paolo II, situata sulla torre panoramica. Con i suoi 76 metri di altezza, è il punto panoramico più alto di Cracovia.

Nella basilica inferiore si trovano la cappella centrale, dedicata a Santa Faustina, e quattro cappelle laterali. Accanto alla basilica superiore, si trova una cappella destinata all'Adorazione Perpetua del Santissimo Sacramento.

Questa pagina web contiene cookies. Stando su questa pagina, accetti le condizioni d'uso dei cookies.

Confermo