26/07 - 31/07/2016

Notizie

Indietro

La GMG, per un volontario, finisce realmente?

2016-07-31 / Rzym


La GMG 2016 è giunta al termine. Cosa è rimasto nel cuore dei volontari?

Per i volontari, la Giornata Mondiale della Gioventù finisce ufficialmente con il loro incontro con il Papa.

Per le diverse mansioni che vengono affidate, non tutti riescono a partecipare agli eventi principali, per cui l'incontro con Papa Francesco rappresenta probabilmente l'evento più importante e più atteso da parte loro.

Oggi, alla Tauron Arena, tutti i volontari si sono ritrovati tra  loro. La loro gioia e l'entusiasmo si percepiva a pelle. Energia, allegria, ma anche malinconia per la fine della GMG.

Per Stephanie, volontaria internazionale, lavorare nei diversi settori è stato pesante ma, nonostante ciò, è stato piacevole perché era bello lavorare a contatto con le persone; tutti erano molto simpatici ed entusiasti. La messa di apertura è stato uno dei momenti più intensi perchè ha creato  l'attesa per i giorni a seguire.

Magda, volontaria internazionale, ha apprezzato tanto lavorare con le persone e in gruppo. È stata un'occasione unica per incontrare gente proveniente da tutto il mondo e conoscere nuove culture.

Karolina afferma che due settimane sono troppo poche! Per Maria Antonietta, invece, anche lei volontaria internazionale, questa GMG ha rappresentato una nuova consapevolezza interiore.

Michal Klosowski, responsabile dell'International Content team, descrive questa  GMG con il termine “meta”, perchè si tratta di qualcosa che va oltre ciò che vediamo e che facciamo.

Il servizio di un volontario rappresenta qualcosa di unico e indimenticabile, ma anche una sfida per il futuro, cercando di essere volontari nella vita di tutti i giorni.
Il Papa ci ha ricordato che essere volontario è una sfida per essere speranza.

Paolo Schirru
Photo  Maria Antonietta Manna


Questa pagina web contiene cookies. Stando su questa pagina, accetti le condizioni d'uso dei cookies.

Confermo