26/07 - 31/07/2016

Notizie

Indietro

GMG terminata. È tempo di tornare

2016-07-31 / News


La Giornata Mondiale della Gioventù è giunta al termine. L'organizzazione del traffico ferroviario è in funzione come previsto. Il Papa è già tornato a Roma, e i pellegrini stanno tornando alle loro case, ma a quanto pare, non tutti.

Domenica, alle 14:00, alla Stazione Centrale di Cracovia (Dworzec Główny), è iniziata la gestione dei gruppi di pellegrini che stanno lasciando Cracovia in treno.

In entrambe le zone tampone non vi erano code. Inoltre, non vi è stato nessun controllo dei beni o nessun conto delle persone che potevano accedere alle piattaforme, come ci si aspettava in precedenza. “I problemi li abbiamo avuti subito dopo la chiusura degli ingressi al di fuori delle zone tampone. Un caos momentaneo”, racconta Joanna Wargua dalle ferrovie statali polacche PKP S.A. “La maggior parte dei treni partono la sera, ed è per questo che appaiono più viaggiatori”, aggiunge.


“I pellegrini lì da qualche parte stanno ancora cantando, ballando, e quindi hanno ancora la forza dopo oggi. Un po’ ci mancheranno questi colori, questa allegria”, dice Violetta Szumilak del servizio PKP S.A.

Tra i viaggiatori erano presenti anche giovani di Panama, futura città ospitante della GMG. “C’erano state voci per quanto riguarda la possibilità di organizzare da noi la Giornata Mondiale della Gioventù, ma nessuno era certo fino al momento dell’annuncio ufficiale”, dice Valeria Tovar. Ha salutato i polacchi con queste parole. “A Panama sarà fantastico. Ce la faremo con l'organizzazione. Venite. Ci vediamo nel 2019!”

Sulle piattaforme i pellegrini-viaggiatori sono in attesa. “È bene, perché in caso di evacuazione ci sono tante guardie di frontiera e la polizia che questo avrebbe luogo in modo efficiente”, fa notare Michał Świokła, seduto sulla terza piattaforma. “È difficile lasciare la Giornata Mondiale della Gioventù. Qui ho vissuto momenti incredibili. Anche dal punto di vista spirituale, qualcosa è cambiato”, aggiunge un residente di Szczecin.

Tuttavia, non tutti stanno tornando a casa – due suore da Buenos Aires hanno deciso di visitare la Repubblica Ceca sulla strada del ritorno. “Stiamo andando a Praga, ma è Cracovia che rimarrà a lungo impressa nella nostra mente”, dicono Manuela e Pilar Ramos Bytia, suore dall’Argentina. “Abbiamo incontrato persone provenienti da tutto il mondo, che vivono nella stessa fede e con gli stessi valori. Adesso non ci sentiamo più così sole. Siamo inoltre felici che gente da tutto il mondo ama il nostro connazionale”, dice la ventenne Argentina.



Piotr Oskwarek, Piotr Klejnowski











Questa pagina web contiene cookies. Stando su questa pagina, accetti le condizioni d'uso dei cookies.

Confermo